Attenzione! Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e la qualità dei servizi.

Per saperne di più clicca su "Leggi".

Font Size

Cpanel
  • 01.jpg
  • 02.jpg
  • 03.jpg
  • 04.jpg
  • 05.jpg
  • 06.jpg
  • 07.jpg
  • 08.jpg
  • 09.jpg

No more Plastic, please

Tutti gli alunni della scuola Carducci, coadiuvati dai docenti, volontari di Greenpeace e WWF, hanno organizzato una Manifestazione/flash mob per venerdì 29 marzo al fine di:
- chiedere al Sindaco di firmare un’ordinanza che renda il Comune di Firenze “Plastic Free” (come hanno già fatto i Sindaci di molti altri comuni).
- chiedere alla dirigente di rendere la scuola “Plastic Free”.
Una parte degli alunni manifesterà nelle proprie classi, un’altra parte manifesterà a piazza della Signoria e chiederà al Sindaco di firmare l’ordinanza, una terza parte si recherà in Presidenza per chiedere alla nostra Preside di rendere la scuola Plastic Free. Per la manifestazione di venerdì 29 marzo gli alunni hanno preparato magliette, striscioni e costumi di animali (uccelli, tartarughe, balene, orsi polari etc) che indosseranno con attorno sacchetti di plastica per simboleggiare ciò che sta accadendo nel mondo e chiedere stop a tutte le plastiche monouso.

Gli alunni della scuola secondaria di I grado Carducci di Firenze, hanno svolto un percorso didattico di educazione ambientale e cittadinanza attiva "No more plastic please", inerente l’impatto dei rifiuti di plastica sugli ecosistemi e sulla salute umana, e hanno deciso di fare qualcosa per sensibilizzare i cittadini e richiamare l’attenzione il Sindaco, l’Assessora all’Ambiente di Firenze, il loro Dirigente Scolastico ed il mondo intero: coinvolgendo Greenpeace e WWF, hanno scritto alcune proposte per rendere la loro scuola “Plastic Free” e la loro città “Plastic Free”. Alcuni studenti hanno scritto una lettera al Sindaco Dario Nardella (il 6 febbraio) per informarlo del loro progetto e della manifestazione di fine marzo.
Alcuni filmaker professionisti  hanno dato la propria adesione gratuitamente al fine di creare un video di sensibilizzazione in collaborazione con Greenpeace e WWF, che verrà pubblicizzato in rete e presentato a vari concorsi come il Concorso dell’Unesco “Fuori dalla plastica: un percorso da costruire!” con scadenza il 12 maggio 2019.
L'iniziativa, partita dalla scuola Carducci ha avuto una risonanza nel territorio fiorentino e ai seguenti links trovate alcuni degli articoli e le richieste fatte dagli alunni della scuola Carducci alla Dirigente scolastica e all'Assessora Bettini:

Richiesta per rendere la scuola Carducci Plastic free    Repubblica del 24/03/2019
 Plastic Free - Proposte per l'Assessora_Bettini    Repubblica 17/03/2019
 Firenze sarà Plastic free dal 2020?-sicurauto    

Presso la scuola Carducci  venerdì 8 marzo si è svolta una tavola rotonda con l’Assessora all’Ambiente Alessia Bettini: per tale occasione gli alunni preparano una tavola rotonda durante la quale 12 alunni, rappresentanti di tutte le sezioni della scuola, hanno esposto e ben argomentato le loro proposte “Firenze Plastic Free” all’Assessora e le iniziative in progetto “Scuola Plastic Free” alla vicaria Mina De Luca e alla Referente del plesso Monica Moretti. Inoltre hanno proposto borracce al posto dei distributori di bottiglie di plastica, cialde e tazzine lavabili per le macchinette del caffè, maggiore pubblicità per i fontanelli comunali, contenitori riutilizzabili con merendine sfuse all’interno, sconti sulla TARI per i negozianti Plastic Free, isole ecologiche dove in cambio di rifiuti di plastica si possano avere sconti sulla TARI o buoni spesa, il ritorno del vuoto a rendere in vetro e, non ultimo, di essere finalmente ascoltati e resi protagonisti delle decisioni inerenti il loro futuro. 

La Dirigente Scolastica Carla Busconi comunica la sua disponibilità ad accettare alcune proposte, quelle più fattibili nell’immediato, e il Sindaco, in occasione dello sciopero del clima del 15 marzo, indetto da Greta Thunberg, annuncia che Firenze aderisce al Plastic Free. Gli alunni sperano che le loro proposte vengano accettate in toto, così come richiesto dalla Direttiva Europea, soprattutto nel punto cruciale in cui chiedono che la plastica monouso non sia sostituita da plastica biodegradabile e compostabile che comporterebbe comunque un impatto ambientale non meno rilevante. I ragazzi sperano che Firenze diventi il primo comune in Italia completamente Plastic Free, che non utilizzi tutte le plastiche monouso, incluse appunto false soluzioni come le plastiche biodegradabili e compostabili. Queste ultime tipologie di materiali infatti non sono state considerate alternative ambientalmente sostenibili dalla recente direttiva europea sulla plastica usa e getta che entrerà in vigore anche in Italia entro il 2021. 

 

Login

Amministrazione sito

FORMAZIONE

Calendario

«  Giugno 2019  »
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930